Fgas


Polisoluzioni svolge consulenza per tutti gli adempimenti riguardanti le problematiche relative ai gas fluorurati, tra cui l'iscrizione obbligatoria al registro FGAS presso il Ministero dell'Ambiente per le aziende che svolgono le attività soggette. 

Con il D.P.R. 43/2012 (attuazione del Reg. CE n. 842/2006) entrato in vigore il 5 maggio dello scorso anno, è stato istituito presso il Ministero dell’Ambiente il “Registro nazionale dei gas fluorurati” (FGAS), un albo telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate.

La norma considera due categorie di operatori;

1) gli installatori/manutentori che utilizzano e recuperano queste tipologie di gas; vi rientrano imprese e persone che effettuano:
- un’attività di controllo, recupero, installazione, manutenzione o riparazione su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore che contengono gas fluorurati;- un’attività di controllo, recupero, installazione, manutenzione o riparazione su impianti fissi di protezione antincendio e d'estintori che contengono gas fluorurati;- un’attività di recupero di gas fluorurati ad effetto serra dai commutatori ad alta tensione;- un’attività di recupero di solventi a base di gas fluorurati dalle apparecchiature che li contengono;- un’attività di recupero di gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore (autodemolitori)
 
Il suddetti soggetti dovranno:
 - iscriversi obbligatoriamente entro il 11 aprile 2013 all’apposito registro creato dal Ministero dell’Ambiente, tenuto presso la CCIAA capoluogo;
 - frequentare un corso specifico completo di esame finale;
 - richiedere la certificazione (o attestazione) provvisoria della durata di 6 mesi;
 - completare la registrazione con la certificazione definitiva;
 - sottoporsi alle successive verifiche annuali nonché alle necessarie modifiche ed aggiornamenti.
 
2) tutti gli altri imprenditori che possiedono un impianto professionale funzionante con i gas florurati; vi rientrano tutti gli operatori con Partiva IVA che posseggono un attrezzature funzionante con questi gas (cella frigorifera, impianto di condizionamento, pompe di calore, reti antincendio, ecc).
 
Questi soggetti dovranno affidare gli interventi di manutenzione e riparazione solo ad aziende autorizzate iscritte nell’albo del Ministero e dotare l’impianto di un libretto dove annotare sia gli interventi e sia l’azienda che effettua l’intervento.

 



Share/Bookmark